Noi partiamo, e il cane? Guida alle vacanze con gli animali domestici

vacanze con gli animali

Agosto si avvicina e con lui le tanto agognate vacanze! Quest’anno io, Luca e le piccole pesti ce ne andiamo dieci giorni in Trentino. Vi giuro che non vedo l’ora, non ne posso più di questo caldo insopportabile!
Come ogni anno abbiamo dovuto affrontare la questione di come gestire Iron, il nostro pastore tedesco, durante le vacanze estive.
Quest’anno il problema è stato risolto facilmente: lo portiamo con noi in montagna a godersi un po’ di fresco e di passeggiate nel verde!
In passato, però, non è stato altrettanto semplice. In base alla destinazione che si sceglie, portare con sé il nostro animale domestico può essere complicato.
Se anche voi avete lo stesso problema con i vostri animali domestici (cani e gatti), ecco qualche consiglio su come conciliare vacanze e animali! :)

Se il tuo animale domestico viene in vacanza con te 

Hai deciso di portare il tuo amico peloso in vacanza con te: molto bene, vediamo come rendere le ferie piacevoli sia per lui che per te!

Pianifica la vacanza

vacanze con gli animali
Occorre pianificare bene la vacanza in modo da avere del tempo da dedicare al nostro animale.
D’estate andare al mare con i nostri animali è sconsigliato, ma se si decide di andare in località marine è necessario informarsi bene su quali spiagge ammettono la presenza di animali. Purtroppo in Italia le dog beach sono ancora poche, ma se vogliamo andare al mare con i nostri amici pelosi bisogna scovarle e sceglierle come meta delle vacanze (qui ne trovate un po’). Diversamente, su una spiaggia “comune”, si rischia di andare incontro a problemi che renderebbero spiacevole la vacanza.
E’ importante portare una tenda da spiaggia per cani dove il nostro amico possa stare all’ombra e avere sempre con sé una ciotola e dell’acqua per farlo bere spesso.
Prima di partire per le vacanze, inoltre, ti consiglio di “testare” le capacità del tuo animale di  adattarsi ai cambi d’ambiente. Fino a qualche anno fa, prima di portarlo in vacanza, portavo sempre Iron fuori per una gita breve (uno o due giorni), per vedere se era in grado di  tollerare i cambiamenti: è stato un test molto utile per capire come e in che tempi si adatta alle nuove situazioni e aiutarlo a superare le difficoltà.

Il viaggio

Viaggi molto lunghi purtroppo non si addicono a nessun animale, indipendentemente dalle loro pet-travel-tips.rend.tccom.616.462
dimensioni.
Se proprio non se ne può fare a meno, meglio spostarsi con la macchina, in modo che i nostri amici pelosi possano restare vicino a noi in un ambiente familiare. Spostarsi in macchina permette inoltre di poter fare delle soste frequenti in modo da permettere agli animali di sgranchirsi le zampe, bere e mangiare.
Se invece il viaggio può essere fatto solo in treno o in autobus, è bene, innanzitutto, leggere attentamente il regolamento sul trasporto di animali (quello di Trenitalia lo trovate qui), quindi organizzarsi con cibo, acqua, ciotole, trasportino per gatti e cani di piccola taglia, cuscini, guinzaglio e museruola (per le razze di cane per le quali cui è richiesta) per affrontare il viaggio.
E’ consigliabile portare sempre con sé il libretto sanitario rilasciato dal proprio veterinario di fiducia in cui sono registrate le vaccinazioni effettuate dal cane o dal gatto.

Una volta arrivati

vacanze-con-gli-animaliUna volta arrivati nel nuovo ambiente, è importante aiutare fin da subito il nostro amico ad ambientarsi.
Gli animali non hanno esigenze troppo diverse da quelle dell’uomo: caldo e afa sono difficili da sopportare anche per loro e l’esposizione al sole è un fattore di rischio per il loro benessere.
Come me, anche Iron diventa più pigro d’estate, dorme di più e preferisce uscire nelle ore meno calde: evito quindi di forzarlo a fare cose che non gli vanno.
E’ necessario mantenere gli stessi orari sia per la passeggiata quotidiana che per i pasti: ciò implica un po’ di organizzazione (eh sì, alzarsi presto in vacanza può essere pesante…), ma serve a ridurre il tempo con cui il nostro animale si adatta al cambio d’ambiente.
Non è necessario ridurre la quantità di cibo, ma è meglio scegliere alimenti ricchi di vitamine e sali minerali. Occorre inoltre ricordarsi di cambiare spesso l’acqua della ciotola e di evitare che resti esposta al sole.
Per il resto… più tempo passeremo con il nostro animale durante la vacanza, più lui sarà contento!

Se il tuo animale domestico NON viene in vacanza con te

Se le vacanze che hai scelto non ti permettono di portare il tuo animale domestico con te, hai varie opzioni tra cui scegliere.

Lascialo a parenti o conoscenti

Lasciare i nostri animali a amici, vicini o parenti può essere una soluzione ottimale: loro restano in compagnia di persone che ne avranno senz’altro cura e noi siamo più tranquilli!
Per facilitare ancora di più le cose, prima di andare in vacanza cerchiamo di far fare ai nostri amici pelosi brevi visite nella casa che li ospiterà (specialmente se in questa casa sono presenti altri animali): servirà a favorire un adattamento graduale e il “distacco” dall’ambiente familiare per loro sarà più semplice!

Portalo in una pensione

vacanze_animali
Lasciare gli animali domestici in una pensione, ahimé, non è sicuramente la soluzione più economica, né la migliore per loro che sono costretti a un cambio radicale di ambiente e di abitudini.
Quando però non si ha altra scelta diventa una soluzione abbastanza comoda e, se la pensione lavora bene, i nostri animali aspetteranno il nostro rientro dalle vacanze in un ambiente in cui sono accuditi e protetti.
E’ importante scegliere al meglio la pensione che ospiterà Fido e Fufi informandosi bene sui servizi offerti e sulla sua reputazione. Se si hanno più animali domestici, chiediamo che vengano fatti stare insieme o in alloggi vicini. 

Lascialo a casa

Questa soluzione si adatta più ai gatti che ai cani, in quanto, essendo più indipendenti,  soffrono un po’ meno l’assenza dell’uomo. Se hai la possibilità di lasciare le chiavi di casa a qualcuno che possa, una volta o più al giorno, andare a rifocillare i tuoi animali domestici, pulire i loro spazi e stare un po’ con loro, ti consiglio di optare per questa soluzione. In questo modo, infatti, gli animali hanno la possibilità di restare nel loro ambiente e non subiscono il trauma del cambiamento.
Come accorgimento ti consiglio di stendere dei teli di nylon su letti e divani per evitare di ritrovarli ricoperti di pelo. Comunque, una volta tornato a casa, fai una bella pulizia! 😉

Buone vacanze a animali e padroni! 😉

Share This: